Aggiornamenti Recenti Attiva/disattiva nidificazione dei commenti | Scorciatoie da tastiera

  • davideprofe 16:08 il 13 March 2016 Permalink | Rispondi  

    Strumenti online “fai da te” 

    Primi passi per l’uso dei fogli di calcolo per la produzione autonoma di attività didattiche in italiano LS

     

     
  • davideprofe 14:22 il 5 April 2015 Permalink | Rispondi
    Etichette: Lo strumento   

    Pre-Blog. Lo strumento. 

    Premetto che non ho ancora iniziato a creare “il mio sito”, come professore e professionista, eccetto su Linkedin (mi trovate là).

    Per dimostrare che esisto (:-), metto il mio CV.

    Il mio interesse come ricercatore è la creazione di software linguistico specifico per il professore di lingue straniere o seconde.

    Il concetto implica la creazione di uno strumento che permetta di condividere le attività online su una base costituita dai loro stessi contenuti linguistici (parole, frasi, espressioni), permettendone il ritocco da parte di altri utenti.

    Si punta in questo modo alla condivisione delle conoscenze linguistiche tra docenti di lingua straniera.

    Lo strumento permetterebbe al docente di creare agevolmente materiali didattici personalizzati, e di collaborare e ritoccare quelli degli altri, in base alle esigenze concrete del suo contesto d’insegnamento (madrelingua degli studenti compresa). Tutto ciò mantenendo i diritti su tutto il lavoro svolto sulla piattaforma, che gli verrebbero retribuiti in base all’apprezzamento e all’uso da parte degli altri utenti.

    Lo strumento é attualmente in fase di sviluppo. Non ne dico il nome fino a che non sia possibile registrare un prototipo informatico funzionante.

    Lo stumento è destinato a rivoluzionare il campo della didattica delle lingue, e permetterebbe infiniti sviluppi, “join ventures” e collaborazioni, sia per quanto riguarda lo sviluppo dello strumento stesso (che NON sarebbe “open”, o di “codice aperto”), che per quanto riguarda l’industria della lingua in generale, dall’editoria agli LMS, dai traduttori ai sistemi “voice to text”, la linguistica dei “corpus” e la gestione dell’interazione con la web.

    In questo processo, sarà necessaria a un certo punto la collaborazione di molti professionisti, i aree come le seguenti:

    • Authoring software (qualsiasi cosa che permetta al professore di lingua la creazione di strumenti didattici, sia online che su carta. Quindi da Hot Potatoes a MOODLE, tanto per intenderci. Questo implica conoscere bene il nuovo formato SCORM e derivati)
    • La gestione di materiale linguistico organizzato in banche dati: “industrie linguistiche” (dizionari, traduttori, sia editori fisici che creatori di software correlato).
    • “Web design & usability”.
    • Linguaggi PHP e correlati. Persone interessate nello sviluppo di I+D+i nel campo della creazione di materiale didattico online E/O stampabile a partire dalla manipolazione di una banca dati non esclusiva.

    Non esiste ancora niente di formale dal punto di vista legale, e non ci sarà fino a che non sarà pronto il prototipo funzionale. Da quel momento, sarà aperta la porta alla collaborazione con terzi, che sarà soggetta alla reciproca conoscenza, sotto impegno di confidenzialità sia che ci si metta d’accordo come in caso contrario.

    La mia serietà come professionista e ricercatore può vantarsi di aver dato origine, in passato, a un progetto europeo Sócrates Lingua II, chiamato ProgramAcción, di cui non troverete tracce in rete, ma di cui riporto nel CV il numero di codice, non me lo sto inventando :-). Purtroppo, com’è evidente, nonostante il buon esito del progetto, come spesso succede, il prodotto finale non è mai stato veramente funzionale, ed è languito in un cassetto – forse usato solo parzialmente dall’entità che si è eretta a promotrice del progetto.

    In base a quella (brutta) esperienza, e grazie alla collaborazione disinteressata di un informatico programmatore con cui ho stabilito un’ottima intesa di lavoro, stiamo concependo “da zero” questo strumento, un ricettacolo interattivo di lingue e conoscenze linguistiche che permetterà di creare attività didattiche personalizzate. Questa volta su base privata. Il mitico “garage” è diventato un attico a Madrid.

    Prima o poi vi ricorderete di aver letto questo post…

    Intanto, se avrò tempo, pubbicherò qui le mie migliori idee per gli strumenti didattici di nuova generazione che ho in mente, e che saranno eseguiti a partire dal “nostro strumento”.

    Premetto che non ho ancora iniziato a creare “il mio sito”, come professore e professionista, eccetto su Linkedin (mi trovate là).

    Per dimostrare che esisto (:-), metto il mio CV.

    Il mio interesse come ricercatore è la creazione di software linguistico specifico per il professore di lingue straniere o seconde.

    Il concetto implica la creazione di uno strumento che permetta di condividere le attività online su una base costituita dai loro stessi contenuti linguistici (parole, frasi, espressioni), permettendone il ritocco da parte di altri utenti.

    Si punta in questo modo alla condivisione delle conoscenze linguistiche tra docenti di lingua straniera.

    Lo strumento permetterebbe al docente di creare agevolmente materiali didattici personalizzati, e di collaborare e ritoccare quelli degli altri, in base alle esigenze concrete del suo contesto d’insegnamento (madrelingua degli studenti compresa). Tutto ciò mantenendo i diritti su tutto il lavoro svolto sulla piattaforma, che gli verrebbero retribuiti in base all’apprezzamento e all’uso da parte degli altri utenti.

    Lo strumento é attualmente in fase di sviluppo. Non ne dico il nome fino a che non sia possibile registrare un prototipo informatico funzionante.

    Lo stumento è destinato a rivoluzionare il campo della didattica delle lingue, e permetterebbe infiniti sviluppi, “join ventures” e collaborazioni, sia per quanto riguarda lo sviluppo dello strumento stesso (che NON sarebbe “open”, o di “codice aperto”), che per quanto riguarda l’industria della lingua in generale, dall’editoria agli LMS, dai traduttori ai sistemi “voice to text”, la linguistica dei “corpus” e la gestione dell’interazione con la web.

    In questo processo, sarà necessaria a un certo punto la collaborazione di molti professionisti, i aree come le seguenti:

    Authoring software (qualsiasi cosa che permetta al professore di lingua la creazione di strumenti didattici, sia online che su carta. Quindi da Hot Potatoes a MOODLE, tanto per intenderci. Questo implica conoscere bene il nuovo formato SCORM e derivati)
    La gestione di materiale linguistico organizzato in banche dati: “industrie linguistiche” (dizionari, traduttori, sia editori fisici che creatori di software correlato).
    “Web design & usability”.
    Linguaggi PHP e correlati. Persone interessate nello sviluppo di I+D+i nel campo della creazione di materiale didattico online E/O stampabile a partire dalla manipolazione di una banca dati non esclusiva.
    Non esiste ancora niente di formale dal punto di vista legale, e non ci sarà fino a che non sarà pronto il prototipo funzionale. Da quel momento, sarà aperta la porta alla collaborazione con terzi, che sarà soggetta alla reciproca conoscenza, sotto impegno di confidenzialità sia che ci si metta d’accordo come in caso contrario.

    La mia serietà come professionista e ricercatore può vantarsi di aver dato origine, in passato, a un progetto europeo Sócrates Lingua II, chiamato ProgramAcción, di cui non troverete tracce in rete, ma di cui riporto nel CV il numero di codice, non me lo sto inventando :-). Purtroppo, com’è evidente, nonostante il buon esito del progetto, come spesso succede, il prodotto finale non è mai stato veramente funzionale, ed è languito in un cassetto – forse usato solo parzialmente dall’entità che si è eretta a promotrice del progetto.

    In base a quella (brutta) esperienza, e grazie alla collaborazione disinteressata di un informatico programmatore con cui ho stabilito un’ottima intesa di lavoro, stiamo concependo “da zero” questo strumento, un ricettacolo interattivo di lingue e conoscenze linguistiche che permetterà di creare attività didattiche personalizzate. Questa volta su base privata. Il mitico “garage” è diventato un attico a Madrid.

    Prima o poi vi ricorderete di aver letto questo post…

    Intanto, se avrò tempo, pubbicherò qui le mie migliori idee per gli strumenti didattici di nuova generazione che ho in mente, e che saranno eseguiti a partire dal “nostro strumento”.

    A presto!

    CV di Davide Martini

    A presto!

     
c
scrivi un nuovo post
j
post successivo/commento successivo
k
post precedente/commento precedente
r
Rispondi
e
Modifica
o
mostra/nascondi commenti
t
torna a inizio pagina
l
vai all'accesso
h
mostra/nascondi aiuto
shift + esc
Annulla